Lo scempio del nostro bel paesaggio

... ancora una volta vorrei portare agli occhi dei meno attenti le immagini dello scempio che si sta perpetrando sul nostro paesaggio a pochi metri sud della nostra localitÓ. Delle correnti provenienti da nord ovest e che vanno a sbattere sulla pineta del Tombolo a sud, non Ŕ certamente immune da colpe e responsabilitÓ il grande sperone del nuovo porto, con il mare che continua a scavare, ad abbattere ed ad "uccidere" enormi pini secolari che cadono esanimi senza alcuna pietÓ, tra quelle stesse onde che ne avevano scavato inesorabilmente, mettendo a nudo le straordinarie radici che, ahimŔ, pur lottando, non possono fare altro che arrendersi al triste destino, non riuscendo a sorreggerne i grandi tronchi adesso divelti ed affranti, cadaveri per sempre.

 

Pietro Campanelli